Type and press Enter.

Appunti dalla città: “Aggiungi un pasto a tavola”, Taste Milano e Cascina Cuccagna

“Aggiungi un pasto a tavola”, la riscoperta dei mercati coperti attraverso un’iniziativa solidale


Un mercato, un luogo di culto, un teatro, sono gli elementi essenziali di una comunità. Milano crede nel valore dei mercati comunali coperti. Lo dicono da sempre i Milanesi (la percentuale di gradimento non scende mai al di sotto del 75%), lo dice la nuova amministrazione che ha deciso di rilanciare i 26 mercati coperti della città. Nel quartiere QT8 nascerà a breve il primo mercato comunale a filiera corta. E’ stato bloccato il piano di dismissione di quelli esistenti ed è stato previsto che per ogni nuovo quartiere gli oneri di urbanizzazione vengano destinati anche alla nascita di nuovi mercati, lo stesso piano di valorizzazione della Darsena ne prevede uno nuovo.
“Aggiungi un pasto a tavola” è un’iniziativa di solidarietà sociale che passa attraverso la valorizzazione dei mercati e il contributo degli chef della città. 5 chef per 5 mercati milanesi propongono 5 menù per la cucina quotidiana di stagione con una spesa di 20€ (3 portate per 4 persone). Per ogni acquisto effettuato aggiungendo 1€ si riceverà un bollino, al raggiungimento dei 5 bollini una borsa in cotone contenente il ricettario. Ma ciò che conta è che a fine giornata i bollini raccolti si trasformeranno in prodotti alimentari destinati ai Milanesi in difficoltà.
Dunque non un’iniziativa elitaria, ma che coivolge il mondo del volontariato in un momento in cui lo scivolamento verso soglie di povertà sta riguardando un numero di famiglie sempre maggiore.
Carlo Cracco, Viviana Varese, Aimo e Nadia, Pietro Leeman, Davide Oldani sono i primi chef che hanno ciascuno adottato un mercato milanese, scelto i prodotti di stagione per offrire un menù solidale. Dal 19 al 21 aprile fate la spesa in uno dei 5 mercati coinvolti

  • Mercato di piazza Wagner, ricette di Aimo e Nadia
  • Mercato Morsenchio di Largo Guerrieri Gonzaga (zona Mecenate), ricette di Viviana Varese
  • Mercato Ca’ Granda di via Moncalieri (zona Niguarda), ricette di Pietro Leeman
  • Mercato Prealpi (Zona Certosa), ricette di carlo Cracco
  • Mercato Ticinese (piazza XXIV Maggio), ricette di davide Oldani

 

“Taste Milano” anticipa! dal 17 al 20 maggio

Non più settembre, ma maggio. Taste Milano cambia data per diventare come Taste London il temporary restaurant che apre la bella stagione. 11 ristoranti milanesi tra stelle e giovani emergenti;  una novità:direttamente dal Mayfair di londra, Atul Kochhar, proporrà la sua particolare cucina indiana 2 stelle. Una sorta di pic-nic gourmand londinese.

Ma Taste è  cucina, ma anche un momento di approfondimento: showcooking delle stelle,  i corsi della rivista “sale&pepe”, la wine&spirits Academy, in totale 100 eventi interattivi in 4 giorni e sette sessioni fra cui scegliere. In particolare Taste Hub: una struttura interamente dedicata a conferenze e dibattiti per promuovere cultura enogastronomica, un articolato programma di incontri e workshop in collaborazione esperti nutrizionisti e alimentaristi, sempre però in modo leggero e divertente per coinvolgere il pubblico.

Taste of Milano è un vero e proprio flavour di tanti aspetti che allietano la vita: buona cucina, buona compagnia, buone ispirazioni, buona musica e buone abitudini.

Nota importante: Taste è un evento a numero chiuso, su www.tasteofmilano.it potete già trovare tutte le indicazioni su come acquistare i biglietti

 

Cascina Cuccagna. Nicola Cavallaro è tornato!


Chiuso il San Cristoforo, di Nicola ci rimanevano solo le foto di quello che cucinava su Facebook. Poi la notizia di Cascina Cuccagna, un bellissimo angolo di Milano, per anni abbandonato e ora sapientemente rielaborato a restituito alla città. Progetto Cuccagna recupera all’uso pubblico dei cittadini i preziosi e grandi spazi della settecentesca omonima cascina urbana, fin qui cadente e abbandonata, per farne un luogo di incontro e aggregazione, un laboratorio attivo di cultura, un punto di riferimento per la ricerca comune di benessere sociale e di qualità della vita. Un’impresa esemplare sostenuta e finanziata da chi ha a cuore il futuro della città. Curiosate qui se volete saperne qualcosa di più…

All’interno del progetto nasce “Un posto a Milano, il locale di Nicola Cavallaro. Semplice e spontaneo, innovativo.  Filiera corta, tracciabilità degli ingredienti utilizzati nelle ricette. Chi vuole può anche andare a trovare i fornitori, basta scaricare l’elenco dal sito. Nicola on si nasconde, parla con la sua cucina semplice. La squadra si sta allenando, in questi giorni e fino al 22 aprile chiunque potrà partecipare alla costruzione di questo nuovo posto: prime colazioni, rifcillamento, visita all’orto, un paesaggio agricolo per leggere e rilassarsi, tavoli, colori, carte e giochi di società per stare insieme.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

One comment

  1. Please let me know if you’re looking for a author for your site. You have some really good articles and I think I would be a good asset. If you ever want to take some of the load off, I’d love to write some material for
    your blog in exchange for a link back to mine. Please send me an
    e-mail if interested. Regards!

Translate »